0:00 / ???
  1. Requiem

From the albums Teatro Staller and TEATRO STALLER

Lyrics

Requiem (Ghezzani)

L’Italia è un paese di gente che non vale niente
Di figli, fratelli, di uomini belli e butade
Dei bimbi più obesi, dei preti, la crisi e il design
La gente affamata sui tetti che non ce la fa

Mentre l’Italia si loda e racconta le sue qualità
Cerca una scusa per ogni fallito di questa città
Le mani sul viso, la bava, gli schiaffi sarà
La rabbia che ammala un’Italia che puzza di già

L’Italia s’è desta
Dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa
L’Italia s’è desta
Con l’elmo di Scipio c’è andata a una festa

L’Italia è un paese di gente oliata e elegante
Di donne invecchiate, di vecchi viziati ai galà
Di mezzi sorrisi, di sguardi stupiti a metà
Di gente che ha perso una gamba però non lo sa

Vorrei vedere il paese crollare
Vedere la gente per strada
Avere una scusa per non lavorare
ha haaa
Vorrei veder il Papa sudato
Scappare in Brasile, a Copa Cabana
Montare su un carro, gridando che Dio è un omosessuale

L’Italia s’è desta
Dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa
L’Italia s’è desta
Con l’elmo di Scipio c’è andata a una festa